La commedia del Tango

Tango, che non ti passa

Tango proibito, tangoteatro. Al Teatro dell’Accademia di Tuoro sul Trasimeno, venerdì 24 gennaio Los Guardiola. La commedia del tango.

Storie di vita e racconti di tango tra danza, pantomima, umorismo e poesia. Questo è Los Guardiola – La commedia del Tango, uno spettacolo divertente e romantico che lascia gli spettatori con il sorriso in bocca e qualche sintomo da affascinamento per un ballo che nasce popolare in Argentina, tra la fine dell’Ottocento ed i primi anni Venti, per conquistare poi i salotti borghesi delle capitali europee.

Le tante anime del tango

Sulle note di tanghi storici, da Organito del Suburbio a Corazon de Papel, immerso nell’Argentina degli anni ’30 il duo Marcelo Guardiola (alla regia) e Giorgia Marchiori (ideazione e realizzazione coreografica) danza sette diversi quadri portando in scena le tante anime del tango, tra commedia e tragedia, desiderio e poesia. E prendendo ispirazione dal Tango d’autore per raccontare storie ambientate nella stessa epoca.

Tango proibito, tangoteatro

Del resto quel ballo originariamente basato sull’improvvisazione, e che ha continuato ad evolversi nel tempo, possiede due ingredienti “pericolosi”: uno speciale magnetismo ed una spiccata capacità narrativa. Un ballo ribelle, il tango, che proprio per la sua forza espressiva nel mettere in scena il gioco della seduzione, sembra sia stato inizialmente se non proibito almeno snobbato dai salotti della società borghese. Ma non per molto. Il tango, anche un genere musicale, è sempre pronto a liberare la sua carica ed il suo magnetismo, a riportare in vita affascinanti atmosfere ed un linguaggio ormai classico della seduzione. Tutti elementi che il premiato duo di artisti ha sapientemente colto e rielaborato a beneficio di un tangoteatro che spazia elegantemente tra registri e generi regalando leggerezza ed incanto.

Il Balletto triadico di Oskar Schlemmer regala una notte cult a Spoleto

Il Balletto triadico di Oskar Schlemmer ed i 100 anni della Bauhaus A 100 anni dalla fondazione a Weimar di Read more

Nacera e la danza che libera

Intervista a Nacera Belaza, coreografa franco-algerina arrivata alla Rocca Albornoziana di Spoleto per una due giorni a lei dedicata - Read more

Il corpo ritrovato
il corpo ritrovato

Un' altra tappa per Silvia Gribaudi ed il corpo ritrovato con la danza, tra studio del movimento e performance art, Read more

Umanità falena nell’era del narcisimo digitale
umanità falena

Umanità falena, In girum imus nocte et consumimur igni (Andiamo in giro la notte e siamo consumati dal fuoco) di Read more